Cenni storici

Luigi Mazza nacque a Pizzighettone il 22/02/1835.

Divenuto dottore si portò nella vicina Soresina dove fondò la Società di Mutuo Soccorso, promosse l’Istituzione dell’Asilo d’Infanzia e della Scuola Tecnica.

Nel 1870 tornò a Pizzighettone: fu consigliere comunale, assessore, sindaco, giudice conciliatore, sovraintendente scolastico, presidente delle varie società operaie, membro della Congregazione della Carità, tutore.
Ma c’era una categoria di sofferenti che commuovevano il suo grande cuore: gli affetti da pellagra, la cosiddetta peste delle nostre terre.

Un giorno condusse un povero ammalato a casa sua, pochi giorni dopo un altro. Il seme fu così gettato e l’Ospedale “Luigi Mazza” venne fondato nel 1878.

Il dottor Luigi Mazza morì di peste colerica il 04/10/1884.

Il Mazza fu eretto in Ente Morale con decreto in data 14 luglio 1898. Da quella data fino al 1966 il Mazza fu diretto da un Consiglio di Amministrazione che comprendeva cinque membri dei quali tre di diritto: l’Assessore Anziano del Comune, il Presidente della Congregazione di Carità e l’Arciprete della Parrocchia di S. Bassiano e gli altri due scelti tra i principali benefattori dell’Ospedale.

Durante la seconda guerra mondiale l’Ospedale “Luigi Mazza” fu colpito più volte da aerei nemici a causa della sua vicinanza ad obiettivi militari. Successivamente, grazie agli aiuti nazionali ed internazionali, venne restaurato, ampliato e potenziato di mezzi chirurgici e sanitari. Dal 1966 all’inizio del 1968 l’Ospedale è stato retto da un Commissario Prefettizio in attesa dell’approvazione del nuovo Statuto. Si dovrà attendere il 1989 perché si trasformi in Opera Pia L. Mazza, diventando Istituzione Pubblica di Assistenza e Beneficenza.

Nel gennaio 2004 l’ente assume la forma giuridica di Fondazione Onlus.

Richiedi maggiori informazioni


Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookies Policy Accetta